Sprachen

|    feedback

Introduzione

Nel gennaio 2001 il Consiglio Comunale conferisce ad Alessandra Spa-da, consigliera del gruppo politico dei Verdi, l’incarico speciale per l’istituzione di un Centro Interculturale delle Donne nella città di Bolzano. Un progetto che - riferisce la stessa Spada - “ha la finalità di creare un luogo di riflessione e elaborazione della cultura femminile”.
Passi fondamentali alla sua realizzazione sono: la formazione di un gruppo di lavoro coordinato dalla stessa Spada costituito dalle rappre-sentanti delle associazioni femminili presenti sul territorio e che ha il compito di elaborare il progetto di fattibilità; l’individuazione nell’immobile di p.zza Parrocchia da parte del Comune dello spazio da destinare al Centro e la sua successiva ristrutturazione.
Il Centro Interculturale della Donna si compone di una Biblioteca, gestita dal Centro Documentazione e Informazione Donne, di un Archivio Stori-co, dell’Ufficio Donna comunale, e dal Frauenkaffee. L’organizzazione complessiva del Centro viene affidata alla Federazione delle associazio-ni culturali femminili, organo di coordinamento tra le singole realtà asso-ciative elaborato dal Gruppo di lavoro e la cui Presidenza è assunta da Alessandra Spada. Le associazioni federate sono: Alchemille, Archivio storico, Centro Documentazione e Informazione Donne, Nissà, Soroptimist.

Il fondo consta di 83 fascicoli, il materiale è sia a stampa che manoscrit-to (appunti), le lingue utilizzate sono il tedesco e l’italiano.
In fase d’inventariazione si è proceduto a schedare la documentazione mantenendo gli accorpamenti cosi come si presentavano nel momento del versamento, descrivendo i contenuti dei fascicoli negli appositi cam-pi. Si sono poi individuate alcune categorie nelle quali articolare il com-plesso documentario fondate sull’individuazione nel Comune di Bolzano e nel Gruppo di lavoro coordinato dalla Consigliera i due fondamentali soggetti. La categoria “01. Comune/ Gemainde” si divide in due sottose-zioni: “01.02. Delibere, Verbali” nella quale è stata inserita la documen-tazione prodotta sia dalla Giunta Comunale che dal Consiglio Comunale che dagli uffici comunali che si occuparono a vario titolo del progetto e “01.02. Contributi” comprendente documentazione relativa ai rapporti tra il Comune e la Provincia Autonoma di Bolzano.
La categoria “02. Elaborazione progetto” comprende 4 sottosezioni: “02.01. Gruppo di lavoro” nella quale si trova documentazione prodotta da questo soggetto quale ad esempio le redazioni del Progetto di fattibilità, verbali di riunione, oltre ad appunti vari; “02.02. Materiali di lavoro di A. Spada” nella quale si trova la documentazione prodotta direttamente dal soggetto anche se in stretto coordinamento con il Gruppo; “02.03. Ristrutturazione” inerente documentazione tecnica presentata dall’arch. Nadalet; “02.04. Raccolta di documentazione” sezione contenente materiale di vario genere accumulato dal Gruppo e dalla sua coordinatrice nel processo di studio e confronto con progetti simili al nascente Centro Interculturale della Donna attivi in Italia e all’estero (documentazione relativa ad Archivi, Biblioteche, Centri e Associazioni femminili ma anche materiali di seminari, conferenze, normativa).

Bolzano, agosto 2009

Linda Vicentini